Cosa significa la Brexit per le aziende manifatturiere

luglio 12, 2016


Ben pochi erano preparati agli effetti finanziari del referendum sulla UE che si è svolto nel Regno Unito, familiarmente chiamato Brexit. Molti hanno fatto ricerche su Google per capire le implicazioni per quanto riguarda i viaggi, mentre gli americani si sono chiesti in che modo questo risultato influirà sulle imminenti elezioni presidenziali. Ma le aziende del settore manifatturiero avevano un altro pensiero in mente: Cosa significa tutto questo per il nostro ambito?

Gli americani possono tirare un sospiro di sollievo. Il Wall Street Journal ha pubblicato di recente un articolo in cui sostiene che il settore manifatturiero statunitense non sarà influenzato da questo voto.

Invece le opinioni sulle conseguenze della Brexit sul settore manifatturiero britannico sono più diversificate. Il Guardian ritiene che la Brexit aiuterà la produzione britannica a sopravvivere meglio in un mercato globale, mentre il Telegraph giudica la questione più complessa, scegliendo in ultima istanza un approccio di tipo attendista per le prossime settimane - o addirittura per i prossimi mesi - finché la direzione del paese non diventerà più chiara e definita".

Nonostante la crescita registrata a giugno, l'Europa potrebbe risentire della situazione secondo il Business Insider. "Considerato il clima di incertezza causato dalla prospettiva della Brexit", spiega l'economista più influente di Markit, Chris Williamson, "è probabile che l'economia e i consumi saranno influenzati negativamente in tutta l'eurozona, almeno nel breve termine, ostacolando la crescita nei prossimi mesi".

Cosa dovrebbero fare le aziende manifatturiere? Quello che stanno già facendo. La seconda edizione della Guide to Manufacturing Software (Guida al software di produzione) di Infor rivela che, dal 2015, i produttori stanno agendo con la massima cautela per quanto riguarda gli investimenti e questa scelta potrebbe aver consentito alle aziende di difendersi meglio dalle conseguenze della Brexit. A livello di stabilità e crescita nel lungo termine, le strategie essenziali stanno cambiando in senso verticale:

  • Il settore automobilistico fonderà la sua crescita su fusioni, acquisizioni e innovazioni basate su maggiori investimenti nel campo della R&S
  • Il settore aerospaziale e della difesa dovrà guardare alle nuove tecnologie per affrontare i problemi legati alle restrizioni dei bilanci pubblici e alle mancate assunzioni
  • In ogni strategia di integrazione verticale, una maggiore attenzione alle reazioni dei clienti può portare a una crescita della quota di mercato pari al 2%-3%

Per saperne di più su come affrontare i problemi e le difficoltà del settore manifatturiero o per scoprire le cinque tecnologie essenziali per qualsiasi attività produttiva, è disponibile la 2016 Guide to Manufacturing Software (Guida 2016 al software di produzione).

Archiviato in
  • Produzione
Area geografica
  • EMEA

Mettiti in comunicazione con noi

Grazie per l’interesse, ci manterremo in contatto

Or connect via: Linkedin