Le lezioni che abbiamo appreso lavorando con Amazon Web Services

giugno 26, 2017
Un dirigente di Infor spiega quali sono le competenze e le conoscenze fondamentali per assistere i clienti nel passaggio al cloud basandosi sulla collaborazione triennale con il leader di mercato AWS.

Di Brian Rose



Tre anni fa, Infor ha intrapreso una partnership con la piattaforma Amazon Web Services (AWS), utilizzandola per implementare Infor CloudSuite, la nostra soluzione di applicazioni software aziendali basate sul cloud.

Ci siamo resi conto che la nostra competenza core era creare software aziendali specifici per i diversi settori. Quindi, abbiamo deciso di scegliere come fornitore AWS, la piattaforma di servizi cloud più ampia e completa del mondo. E questa si è rivelata una delle decisioni migliori che abbiamo mai preso.

È stato creato il team Infor Labs per sviluppare un'architettura basata su AWS che consentisse alle nostre applicazioni di funzionare in modo efficiente sul cloud, sfruttando la tecnologia open source per garantire la massima stabilità e scalabilità. Grazie al nostro rapporto con AWS, ora siamo in grado di fornire rapidamente le soluzioni software di cui i clienti hanno bisogno, liberando i nostri team addetti allo sviluppo interno, che possono così concentrarsi sull'ideazione di funzionalità più innovative.

Per esempio, l'anno scorso Infor ha intrapreso una collaborazione con Travis Perkins, il più grande distributore britannico di materiali edili. Travis Perkins gestisce oltre 20 società che si occupano di attività commerciali, costruzioni e riqualificazione di edifici, che si servono di più di 2.000 punti vendita e che impiegano 30.000 dipendenti in tutto il Regno Unito. Con l'aumentare della domanda da parte dei partner per offrire un'esperienza cliente e procedure di elaborazione degli ordini personalizzate, Travis Perkins ha deciso di implementare Infor CloudSuite, sviluppata insieme a AWS, per soddisfare queste esigenze.

"I nostri sistemi IT erano stati sviluppati negli anni '80. Ovviamente li avevamo migliorati, ma siamo arrivati al punto in cui le toppe e i cerotti erano decisamente troppi", ha spiegato John Carter, CEO di Travis Perkins plc. "I clienti volevano quello che io definisco “un Martini”, ovunque, in qualsiasi momento e in qualsiasi modo. Chiedevano di avere accesso a tutte le informazioni sui prodotti, compresa la loro disponibilità. I nostri sistemi non erano abbastanza agili per poter esaudire queste richieste, quindi abbiamo optato per una trasformazione radicale, in modo tale da assicurarci di poter continuare ad operare con efficienza e a crescere anche per i prossimi 25 anni, così come abbiamo fatto per l'ultimo quarto di secolo".

Insieme ad AWS, Infor si è trasformata in un'azienda basata sul cloud. Dopo tutto, AWS occupa una posizione leader nella fornitura di servizi cloud fin dal suo lancio, nel 2006, e continua a innovarsi con grande rapidità. Soltanto lo scorso anno, per esempio, AWS ha presentato 1.017 nuovi servizi e funzioni. Oggi, Infor ha oltre 62 milioni di utenti di servizi cloud, con 7.000 clienti che si servono del cloud.

Grazie a questa collaborazione a lungo termine con AWS, abbiamo ampliato le nostre esperienze e competenze e abbiamo sviluppato una profonda integrazione tra diversi prodotti e servizi software basati sul cloud.

Qui di seguito elenchiamo alcune qualità a cui le aziende dovrebbero prestare attenzione quando cercano il giusto partner cloud.

Fornire le funzionalità di cui un'azienda ha bisogno, ora e in futuro

Le aziende devono assicurarsi che i partner cloud siano in grado di fornire le applicazioni di cui necessitano per promuovere un'innovazione continua. Un fornitore di servizi cloud valido deve mettere a disposizione un'infrastruttura globale, solida e scalabile, che abbia già dato prova di poter soddisfare i livelli di servizio richiesti.

Inoltre, il partner deve disporre di un'ampia libreria di servizi che consenta all'azienda di aggiungere le proprie funzionalità, per esempio strumenti per analisi, compliance, migrazione dei dati, servizi mobili, intelligenza artificiale, Internet of Things e content delivery.

Infine, un partner cloud orientato al futuro garantirà la possibilità di prevedere le nuove tecnologie. Dare ai clienti l'opportunità di utilizzare e fornire feedback sui nuovi servizi è un segnale che dimostra quanta importanza dia il partner alla collaborazione, all'ascolto di ciò che pensano i clienti e alla promozione dell'innovazione.

Comprendere il settore in cui un'azienda opera

Il partner cloud giusto conosce il settore e il mercato in cui un'azienda offre prodotti e servizi. Ogni settore ha regole e procedure uniche che devono essere attentamente monitorate, verificate e rispettate. I fornitori di servizi cloud devono offrire l'infrastruttura e i servizi capaci di soddisfare i requisiti specifici del settore. A tale scopo, è necessario anche che il fornitore di servizi cloud disponga di team dedicati ai diversi settori, in grado di assicurare innovazione continua e su misura.

Per esempio, di recente Infor ha intrapreso una collaborazione con Nordstrom per gestire al meglio il sistema POS (point of sale) dell'azienda nel cloud. Nordstrom si servirà della piattaforma di Infor Rhythm for Commerce, basata sul cloud, per garantire maggiore accuratezza e coerenza alle operazioni nei diversi punti vendita; questo consentirà all'azienda di servire i clienti più rapidamente e di tracciare meglio le informazioni riguardanti i clienti. Grazie alla profonda conoscenza delle esigenze e degli obiettivi di Nordstrom da parte di Infor e AWS, siamo riusciti a fornire un prodotto di grande successo, supportato da un livello di assistenza ottimale.

Sostenere le ambizioni aziendali a livello globale

Fornire una soluzione globale è essenziale sul mercato di oggi, sia che il cliente sia una multinazionale sia che si tratti di una start up. I partner cloud devono essere in grado di operare su tutti i mercati in cui un'azienda è attiva ora e pianifica di espandersi in futuro. E questo non significa semplicemente garantire una copertura geografica. Un vantaggio importante che offre la nostra collaborazione con AWS è la capacità di soddisfare in modo più efficace i rigorosi standard legati alla sicurezza e alla tutela dei dati nel cloud, così come richiesto da molti dei nostri clienti globali.

Il fornitore di servizi cloud migliore metterà a disposizione un processo collaborativo per assicurare il rispetto degli standard di governance e compliance in ciascun paese in cui l'azienda opera attualmente o prevede di operare in futuro.

La nostra partnership con AWS ha portato alla realizzazione di dozzine di soluzioni cloud capaci di offrire ai nostri clienti la scalabilità, la flessibilità e le funzionalità di cui hanno bisogno. E, dato ancora più importante, AWS ha adeguato al nostro modello di business e alla nostra strategia go to market ogni fase del percorso, per consentire a Infor di creare soluzioni in grado di offrire ai clienti i risultati che vogliono. Questo tipo di rapporto e di approfondita e dettagliata conoscenza del business è essenziale per qualsiasi azienda che desidera portare a un livello superiore le sue offerte di servizi cloud.

Brian Rose è vice presidente senior di Infor Labs.
Archiviato in
  • Produzione
Area geografica
  • EMEA

Mettiti in comunicazione con noi

Grazie per l’interesse, ci manterremo in contatto

Or connect via: Linkedin