Le novità più importanti emerse da Inforum 2016

agosto 15, 2016
Durante Inforum 2016, abbiamo assistito a numerosi annunci riguardanti virtualmente tutti i mercati in cui opera Infor. Qui di seguito abbiamo riassunto le tre novità più significative.

In anticipo sullo tsunami – Infor IoT

Entro il 2020, si prevede che saranno circa 200 miliardi i dispositivi cosiddetti Internet of Things (o IoT), ovvero sensori e oggetti quotidiani interconnessi tramite Internet. A quel punto, la quota di mercato delle soluzioni e dei servizi legati all'IoT sarà compresa tra 600 miliardi e 10 trilioni di dollari. Ma perché le stime divergono così tanto? Perché qualsiasi previsione sulla portata e sugli ambiti di applicazione delle attività legate all'IoT si basa semplicemente su congetture e supposizioni. L'unica cosa su cui tutti concordano è che la diffusione sarà enorme e influirà profondamente su ogni singola azienda e attività in tutto il mondo.

Inforum 2016 IoT

Alla luce di tutto questo, nel corso di Inforum 2016 Pam Murphy, COO di Infor, ha presentato Infor IoT definendola "un'iniziativa per entrare nell'era dell'intelligenza connessa".

Di fronte a una realtà mai vissuta prima, caratterizzata dagli incredibili volumi di dati generati dall'IoT in tempo reale e senza interruzione, Pam Murphy ritiene che l'IoT cambierà radicalmente il modo in cui funzionano i sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) e le altre applicazioni aziendali. Per questo motivo, Infor IoT si è posto due obiettivi iniziali: innanzitutto, fornire intelligenza connessa come strumento per sbloccare nuovo valore e nuove opportunità di business. In secondo luogo, offrire ai clienti una piattaforma scalabile e coerente, invece di applicazioni e componenti singoli che non necessariamente sono in grado di collaborare tra loro e di integrarsi perfettamente.

"Noi siamo stati gli unici a optare per una visione end-to-end dell'IoT", ha spiegato Pam Murphy, sottolineando che i dati strutturati e non strutturati devono integrarsi senza problemi sulla stessa piattaforma.

Inizialmente, Infor si concentrerà su un piccolo gruppo di casi d'uso, come per esempio garantire maggiore visibilità ai produttori di apparecchiature nelle questioni legate alla supply chain. La produzione di apparecchiature è monitorata da un numero elevato di sensori i cui dati, se correttamente analizzati, possono segnalare colli di bottiglia produttivi e ritardi nelle spedizioni molto prima che questi emergano.

Starmount entra nel team Infor

Inforum 2016 Starmount

Con clienti come Burlington Coat Factory, Abercrombie & Fitch e Perry Ellis, Starmount si è guadagnato fama di fornitore di prim'ordine di soluzioni mobili per il personale dei punti vendita al dettaglio e di prodotti per la gestione del magazzino. Inoltre, Starmount è all'avanguardia nella fornitura di hub commerciali ricchi di dati in grado di coinvolgere i clienti, ottimizzare le operazioni e supportare interazioni cross-channel coerenti con i clienti.

Starmount ha accettato di essere acquisito da Infor e ci si attende che l'operazione venga completata entro la fine dell'estate. Questo affare consentirà a Infor di accelerare la fornitura di Infor CloudSuite Retail, la sua nuova e moderna suite che include una serie di applicazioni cloud aziendali per il sempre più competitivo mercato delle vendite al dettaglio di oggi.

Starmount è l'ultima di una lunga serie di società che hanno collaborato, oppure sono state acquisite da Infor, con l'obiettivo di creare la piattaforma pronta all'uso e modification-free più efficace a supporto delle attività retail. Tra i partner annoveriamo Whole Foods Market, mentre le acquisizioni hanno riguardato - tra le altre aziende - GT Nexus per la rete e Predictix per la gestione della domanda.

Al servizio dell'organizzazione di utenti più grande del mondo

Inforum 2016 CloudSuite

Per l'anno finanziario 2016, il governo federale statunitense spenderà circa 90 miliardi di dollari nel settore IT. Molti degli investimenti nel settore IT saranno ridotti o, nella migliore delle ipotesi, rimarranno invariati. L'unica eccezione è la spesa nel cloud, che per quest'anno è stata aumentata fino al punto da rappresentare quasi il 9% di tutti gli investimenti federali nel settore IT.

Per servire meglio questa enorme quota di mercato incentrata sul cloud in costante aumento, Infor ha annunciato il lancio di Infor CloudSuite Federal, una suite di applicazioni SaaS su misura per le esigenze delle agenzie federali. La nuova offerta nasce dai successi ottenuti da Infor CloudSuite Public Sector, utilizzata dagli utenti governativi non federali.

Poiché è stata realizzata su misura per il governo federale, la nuova suite garantisce la massima compliance, rendendo più semplice il rispetto di standard essenziali come la Sezione 508 del Rehabilitation Act del 1973, il Federal Information Security Management Act (FISMA) e il Federal Risk and Authorization Management Program (FedRAMP).

Secondo Wayne Bobby, Vicepresidente federale di Infor, "aiutare le organizzazioni federali a modernizzarsi e a passare al cloud può essere veramente una mossa decisiva, in grado di cambiare le carte in tavola e di creare una proposizione di valore significativa sia per i lavoratori che per i contribuenti.

Altre grandi notizie

Nel corso di Inforum 2016 sono emerse molte altre notizie interessanti.

Ecco le novità pubblicate nei comunicati stampa emessi durante Inforum.

Archiviato in
  • Produzione
Area geografica
  • EMEA
Mettiti in comunicazione con noi

Grazie per l’interesse, ci manterremo in contatto

Or connect via: Linkedin