Skip to Content

Migliorare le performance degli asset e la sicurezza alimentare con le tecnologie dell’Industria 4.0

luglio 21, 2021

La pandemia globale ha accelerato la necessità per le aziende di adottare l’Industria 4.0 e di iniziare a sfruttare il potenziale della tecnologia digitale per migliorare l'operatività aziendale. In effetti, un recente studio condotto da McKinsey ha rivelato che sei mesi dopo l’inizio della pandemia, il 94% degli intervistati ha dichiarato che l’Industria 4.0 li ha aiutati a preservare l’operatività e il 56% ha dichiarato che queste tecnologie sono state fondamentali per reagire alla crisi.

Eppure, se non hai adottato alcuna tecnologia dell’Industria 4.0, non sei l’unico. Molte aziende del settore alimentare e delle bevande stanno adottando queste tecnologie con lentezza, ma questa non può essere una scusa per rimandare. Per mantenersi competitive e soddisfare le esigenze sempre più pressanti dell’Industria 4.0, le aziende del settore alimentare e delle bevande devono sfruttare l’occasione e pianificare una trasformazione digitale.

Le apparecchiature e gli asset degli stabilimenti sono fondamentali per la consegna di alimenti e bevande, e questo è un ottimo punto da cui iniziare. Se un’azienda non riesce a utilizzare i propri asset, non potrà nemmeno effettuare consegne ai clienti. La riparazione degli asset in caso di guasti è stata a lungo uno standard del settore. Ma riparare apparecchiature guaste, affrontando un’emergenza dietro l’altra, è un modo davvero poco efficiente di utilizzare le risorse e può perfino causare la chiusura completa di intere linee di produzione.

Per prevenire i problemi prima che si verifichino, è possibile utilizzare sensori a prezzi accessibili per monitorare le apparecchiature cercando anomalie nelle performance e segnalando rischi di downtime o necessità di manutenzione. Sfruttando l’IoT, la connettività dei dati tra questi sensori e un sistema di gestione degli asset aziendali è possibile attivare una rilevazione precoce dei segnali di deterioramento. Ciò può consentire interventi tempestivi prima che il problema provochi ripercussioni pesanti.

La raccolta e l’analisi dei dati sugli asset consentono non soltanto di comprendere meglio il concetto di maturità degli asset, ma anche di prevedere perché e quando un asset inizierà ad avere problemi. Basandosi su queste informazioni, diventa così possibile pianificare interventi di manutenzione preventiva e programmi di manutenzione allineati agli obiettivi strategici della propria azienda.

Per saperne di più su come combinare la gestione degli asset e le tecnologie dell’Industria 4.0, scarica la Guida alle best practice “Perché la tua strategia di gestione degli asset aziendali deve evolvere per aumentare la sicurezza alimentare”.

Archiviato in
  • Asset management
Settore
  • Food & Beverage
Prodotto
  • Infor EAM
Area geografica
  • EMEA
Mettiti in comunicazione con noi

Grazie per l’interesse, ci manterremo in contatto

Infor valorizza la tua privacy.